mercoledì 28 ottobre 2015

Modifiche alla procedura di invio telematica per le domande di indennita' di accompagnamento


Fonte: Pagina FB dello Studio Legale Aquilani

Recentemente l'Inps ha aggiunto un'integrazione alla procedura di invio del certificato medico online (mod. AP68) per l'invalidità civile.

Ora l'invio risulta bloccato fino a che non si operi la scelta "SI" o "NO" per entrambe le diciture relative alle condizioni di disautonomia per l'indennità di accompagnamento.

Un maschera popup compare invitando ad eseguire l'opzione. 

Qualora si scelga il "NO" per entrambe le diciture, compare un'ulteriore maschera popup che avverte che così optando si rinuncia alla richiesta di indennità di accompagnamento.

L'Inps cerca di rimediare al trabocchetto che venne ordito dallo stesso Istituto, quando, su delega legislativa, concepì un modello di domanda amministrativa privo di riferimenti all'indennità di accompagnamento, salvo eccepire - a giochi fatti, davanti al giudice del ricorso per ATP - che il certificato medico (un allegato non avente la natura di atto di manifestazione di volontà ed opera di un terzo non titolare del diritto oggetto della domanda), era stato inviato - a suo tempo - senza che il medico avesse posto un segno di spunta su una delle due diciture (come si vede dallo screenshot, la scelta di spuntare le due caselle era facoltativa e non c'era la scelta obbligatoria come oggi, tra un "SI" ed un "NO" per ciascuna).

L'insidia ha comunque fruttato il rigetto per inammissibilità di numerosissimi ricorsi per ATP in diversi fori italiani (rimarchevole la scrematura operata nei Tribunali di Napoli e Roma) fino a che, fortunatamente, la giurisprudenza di merito non ha cambiato orientamento, disattendendo le eccezioni dell'istituto.

Si veda a proposito:

1) scheda informativa
2) riunione Sezione Lavoro Tribunale Busto Arsizio
3) C.A. Napoli
4) Tribunale di Roma

Ulteriori articoli sull'argomento li troverete su questo sito al seguente LINK