mercoledì 29 maggio 2013

Oliverio (PD): Indennità di accompagnamento ai malati oncologici


Attribuire l’indennità di accompagnamento ai malati oncologici durante il periodo delle cure chemioterapiche e radioterapiche. 

E’ l’obiettivo della proposta di legge a prima firma di Nicodemo Oliverio del Partito Democratico.


Nel testo il primo firmatario democratico fotografa l’attuale scenario attraverso i dati del 3° Rapporto sulla condizione assistenziale dei malati oncologici. 

Il rapporto “mette in primo piano la buona notizia delle crescenti possibilità di sopravvivenza al tumore, ma che lancia anche l’allarme su tutta una serie di criticità che affliggono i pazienti oncologici e che creano forti disparità di cura e di qualità della vita tra malati”, si legge nel testo.

Di qui la necessità ad approvare il provvedimento che consente ai malati di tumore di poter usufruire, per il periodo delle cure chemioterapiche, dell’assegno di accompagnamento. 

L’indennità di accompagnamento, specificano i firmatari della proposta, “è riconosciuto – per esplicito dettato legislativo – a chi è «non deambulante» o a « coloro i quali non possono svolgere gli atti quotidiani della vita”, vale a dire tutte quelle azioni elementari che rendono il soggetto in questione bisognevole di assistenza.
“La normativa proposta - concludono - non intende creare nicchie di assistenzialismo, ma si pone l’esclusivo obiettivo di accompagnare, limitatamente al tempo necessario allo svolgimento delle terapie chemioterapiche e radioterapiche, il malato oncologico e la sua famiglia, con un sostegno che possa contribuire ad affrontare con dignità e con una certa speranza una difficile fase della vita”.