mercoledì 25 novembre 2015

Il pagamento del tributo non comporta per il contribuente il tacito riconoscimento della pretesa, che potrà successivamente essere contestata in giudizio (Cassazione, Sentenza n° 24906/2013)


La definizione del rapporto tributario tramite il pagamento della sanzione o la sua definizione agevolata, non comporta effetti di acquiescenza o di riconoscimento della fondatezza della pretesa né integra una confessione o un elemento di prova, di guisa che resta impregiudicata la sorte del tributo e la possibilità del contribuente di contestarlo. 

http://www.italgiure.giustizia.it/xway/application/nif/clean/hc.dll?verbo=attach&db=snciv&id=./20131107/snciv@s50@a2013@n24906@tS.clean.pdf